Protesi arti superiori e inferiori


protesi arti superiori e inferiori

Il Centro Ortopedico Umbro realizza protesi su misura per amputati di arti superiori ed inferiori. L’intero percorso di realizzazione della protesi ha come fine ultimo il miglioramento della qualità di vita del singolo soggetto che, con le sue esigenze, è posto fin da subito al centro dell’intero progetto. I materiali e i componenti utilizzati nelle protesi di arti superiori e inferiori sono attentamente selezionati dal Centro Ortopedico Umbro che collabora solo con aziende altamente qualificate e all’avanguardia del settore.

La realizzazione di ciascuna protesi, sebbene segua step differenti a seconda dell’arto interessato e del grado di amputazione subita, ha una origine comune nella richiesta del medico di famiglia. Per informazioni dettagliate sulle procedure da avviare per ottenerla tramite il SSN si veda il seguente link.

Protesi provvisoria

La prima protesi con cui un amputato dovrà familiarizzare è la protesi provvisoria. Questa verrà fornita dopo l’intervento chirurgico e accompagnerà il paziente nei primi mesi. La protesi provvisoria richiede tempi di realizzazione brevi ed ha caratteristiche tali per le quali può facilmente essere adattata alle modificazioni fisiche del moncone sul quale è applicata, tipiche dei primi 6 mesi successivi all’amputazione. La stessa costituisce inoltre un valido ausilio nel periodo di tempo necessario alla progettazione, realizzazione e messa a punto della protesi definitiva.

Se per il paziente non si tratta della prima protesi, si eseguono tutti i passaggi di realizzazione di una nuova protesi definitiva senza necessità di crearne una provvisoria.

Protesi definitiva

Dopo un primo periodo di riabilitazione il paziente, previo parere del fisiatra e del fisioterapista, è pronto per la protesi definiva. In questa fase la scelta dei materiali e della componentistica è fondamentale per garantire al paziente un ritorno ad una vita quotidiana in linea con il suo stile di vita e le sue aspettative. Anche l’aspetto estetico di una protesi definitiva è particolarmente curato.

Il Centro Ortopedico Umbro, unico nella Regione, nei casi in cui è richiesto realizza protesi di arto inferiore per amputazione transfemorale montando il ginocchio elettronico C–LEG: primo sistema di protesi d’arto inferiore completamente controllato da un microprocessore, in grado di adeguarsi in tempo reale alle esigenze del paziente. Le fasi di realizzazione previste sono 4 o 5, a seconda del tipo di protesi, vediamole in dettaglio.

Misurazione: vengono prese le misure su calco in gesso del paziente per la realizzazione della protesi.

Prova dell’impronta: è un passaggio fondamentale, richiesto nei casi di protesi per arto inferiore per amputazione transfemorale e di protesi per arto superiore per amputazione del braccio. In questi casi il centro ortopedico Umbro prevede che il paziente provi l’impronta per garantire che l’invaso che verrà realizzato, che permetterà di collegare la protesi al moncone, abbia il massimo comfort possibile.

Prova della protesi: quando la protesi è quasi pronta il paziente la indossa e, insieme al tecnico ortopedico, definisce gli ultimi aggiustamenti da fare per metterne a punto la funzionalità e massimizzarne il comfort.

Consegna: qualche giorno dopo l’ultima prova viene consegnata la protesi definitiva.

Controlli successivi: annualmente i tecnici ortopedici programmano con il paziente delle verifiche funzionali in modo da prevenire problemi derivanti dall’usura.

Altri prodotti della stessa categoria


Hai bisogno di noi? Contattaci

I dati inseriti verranno utilizzati solo per rispondere alla tua richiesta

I dati inseriti verranno utilizzati solo per rispondere alla tua richiesta